Una normale giornata di lavoro in un ristorante Take Away

Come già ho anticipato nella sezione ” i nostri pensieri ” io, Andrea, 
lavoro da circa un mese in un ristorante take away chiamato 
Hummus Bros.
E’ una catena piuttosto nuova e che sta prendendo
piede nella bellissima capitale britannica; per ora conta 4 ristoranti.
Il lavoro che si svolge in questo tipo di attività è un tantino diverso
da quello che si svolge in normali ristoranti o pub.
Tanto per cominciare non c’è un ruolo ben preciso ma ogni singolo
membro del personale deve essere a conoscenza di tutte le posizioni
presenti ( cameriere, cassiere, rifornitore e altri).
Normalmente gli orari sono decenti in quanto l’apertura mattutina è
prevista per le ore 10 e la chiusura varia da compagnia a compagnia.
La prima parte della giornata, mentre si attende la folla per pranzo,
è dedicata a verificare il funzionamento di tutti i macchinari presenti,
preparazione del ristorante rifornendo ogni singolo scaffale e frigorifero,
pulizia interna del locale e piccola riunione con il manager per discutere
dell’obbiettivo odierno.
Questo tipo di lavoro è molto frenetico e richiede buona capacità di
controllo e tanta tanta pazienza in quanto per pranzo questi tipi di locali
si riempiono di gente impazzita che, durante la pausa lavorativa, si
aggirano in cerca del loro spuntino preferito.
Per farvi un esempio nel mio ristorante, per pranzo, si contano circa 180
ordini in sole 2 ore; immaginatevi un pò….
Scalda i panini, prepara le piadine, una coca-cola per favore, pulisci i tavoli,
prendi l’ordine, pulisci per terra, c’è poco latte in questo caffè, spiega come
funziona alle persone in fila, consegna a domicilio e vola se riesci sono alcune
delle tante piccole faccende che mi aspettano ogni giorno a Hummus Bros
situato in zona 1 a Euston.
Tuttavia come lavoro non è poi cosi male in quanto una volta passate le ore
infernali tutto diventa molto più facile e piacevole.
Nel pomeriggio, ovviamente dipende dalla zona, i take away non sono
affollatissimi e permettono al personale di preparare nuovamente il ristorante
per l’ora di cena dove ancora una volta ci sarà da soffrire.
Ci sono delle eccezioni, come per esempio dove lavoro io, dove la cena non
conta moltissimi clienti e questo facilita molto il lavoro.
Gli orari settimanali per questo tipo di impiego vanno dalle 15 per un part-time
fino alle 50 per un full-time.
Diciamo che con 40 ore alla settimana ( due giorni liberi) riuscite a pagarvi
l’affitto e godervi qualche piccolo sfizio oltre che a pagarvi i trasporti.
Per cercare lavoro in queste catene non è richiesta moltissima esperienza
ma piuttosto valutano il modo in cui vi muovete in situazioni critiche dove
dovrete servire centinaia di clienti.
Mostratevi attenti e pronti a qualsiasi richiesta e il posto sarà vostro.
Per il momento mi trovo molto bene in quanto ho tempo sufficiente per
partecipare alle lezioni d’inglese e visitare la città.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Una normale giornata di lavoro in un ristorante Take Away, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

3 pensieri su “Una normale giornata di lavoro in un ristorante Take Away

  1. Pingback: Sticky Toffee Pudding | Come trasferirsi a Londra

  2. Noto con piacere che le cose procedono bene, sono contento per voi ragazzi.
    Un saluto dal vostro noanda :)

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. Non so se l’hai già fatto ma potresti linkare la posizione del ristorante su Google Maps oppure mettere qualche foto, anche da fuori. Così almeno ci facciamo un’idea del posto! :D

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>